Trova le risposte!
Un viaggio esclusivo all'interno dell'energia, concepito e realizzato attraverso nuovi strumenti e linguaggi dove si stimola l'interesse e la creatività dei visitatori.
Ti trovi in: Museo Energia > Eventi
10 Maggio 2010 - Ambasciata della Repubblica Slovacca - Roma

 

www.museoenergia.it in collaborazione con l’Ambasciata della Repubblica Slovacca e il patrocinio di AIN,  Università “La Sapienza” e Università di Genova ha organizzato un evento sul tema del nucleare rivolto ai professori degli Istituti di Istruzione Superiore.

Chiamati ad intervenire e ad esporre in maniera comprensibile, anche per i non addetti, esperti del settore.

 

Di seguito riportiamo alcuni dei contributi presentati in occasione dell’evento.

Carlo Bernardini, Professore Emerito Università "La Sapienza" Roma
"Basic figures concerning the operation of a nuclear reactor"

 

Emilio Macci, Direttore Sogin
“La centrale nucleare di Latina. Occasione di sviluppo del territorio”

Maurizio Cumo, Professore Ordinario Impianti Nucleari Università "La Sapienza" Roma

 

Francesco De Falco, Enel (Sviluppo Nucleare Italia, Amministratore delegato)
“Il futuro del nucleare in Italia. Un’opportunità di sviluppo industriale”
In questa presentazione vengono sinteticamente illustrate le attività di Enel e delle aziende specializzate italiane nel settore dell’energia nucleare, sia all’estero che in Italia, con un approfondimento sul coinvolgimento dell’industria nazionale nei progetti di costruzione di nuovi reattori e sul programma nucleare italiano promosso da Enel e dalla francese EdF.
Enel è già uno dei principali operatori nucleari europei, con 11 unità in esercizio tra Spagna e Slovacchia e con la partecipazione alla realizzazione di due delle tre centrali in costruzione nel nostro continente – l’impianto francese di Flamanville 3 e quello finlandese di Olkiluoto 3 - cui si aggiungeranno probabilmente nuovi sviluppi in Russia, Romania e soprattutto Italia.
Oltre ad Enel, anche l’industria manifatturiera e impiantistica italiana è già ampiamente coinvolta nei progetti di Flamanville e Olkiluoto, che si inseriscono in uno scenario di rinascita del nucleare a livello mondiale: sono ben 57 le centrali in costruzione in 14 diversi Paesi, e altri 200 reattori sono previsti dai diversi Piani energetici nazionali.
Il capitolo più importante della presentazione è quello dedicato al programma nucleare italiano, che descrive gli obiettivi fissati dal Governo, i termini della collaborazione Enel-Edf, e i principali contenuti tecnico-economici di un programma infrastrutturale con pochi precedenti nella storia del nostro Paese per l’entità e la qualità degli investimenti previsti.

 

Ugo Graziani, Amm. Delegato ERSE S.p.A
“Gli effetti del nucleare sul Sistema Elettrico Italiano”

 

 

 

 

Paola Girdinio, Preside Facoltà Ingegneria Università di Genova

"Nucleare: miti e realtà"

 

 

 

 

 

10/05/2010

Eventi

nessun evento presente.

Iniziative Museo