Trova le risposte!
Petrolio, carbone, gas naturale. Tutte queste fonti hanno lunghi periodi di rigenerazione molto superiori ai tassi di consumo che ne condizioneranno l’uso attuale e futuro.

Altri articoli della stanza Energie Convenzionali

Creato da Giuseppe Bianchi « clicca sul nome per leggere il curriculum dell'autore

Miglioramento delle tecnologie di utilizzo delle fonti fossili - Giuseppe Bianchi -

Lo sviluppo delle tecnologie per lo sfruttamento delle fonti fossili non è un argomento prioritario nel nostro paese.

Tali tecnologie sono state sviluppate nel corso degli anni fino a livelli di eccellenza con rendimenti molto elevati e con rispetto di limiti di legge molto ristretti per quanto riguarda le emissioni nocive per l’ambiente.

Un’attenzione particolare deve essere invece dedicata alla "cattura e sequestro" della CO2 prodotta nelle centrali termoelettriche a carbone.

E’ stato già ricordato che la disponibilità e le RISERVE di carbone sono molto più diffuse rispetto a quella del petrolio e del gas e che la maggiore diversificazione nella localizzazione delle miniere rende più sicura e meno costosa l’offerta sul mercato mondiale.

Rimane il problema delle emissioni di CO2 nell’atmosfera che sono massime nelle centrali elettriche alimentate a carbone, come già detto, rispetto alle altre fonti fossili.

Esiste tuttavia una prospettiva di sviluppo futuro del carbone nel nostro paese se verranno attuate le tecnologie per la separazione della CO2 dai fumi in uscita dalle centrali e il suo successivo STOCCAGGIO in depositi sotterranei.

Queste tecnologie hanno fatto notevoli progressi negli ultimi anni, tanto da far apparire oggi industrialmente percorribile questa soluzione nel giro di alcuni anni.

Nel Piano di ricerca di sistema nel settore elettrico elaborato dal CERSE (Comitato Esperti Ricerca Sistema Elettrico) attualmente presso l’Autorità per l’Energia e il Gas è stato previsto un progetto che dovrebbe essere attuato da una pluralità di Soggetti nazionali di ricerca, presso la miniera del Sulcis, che ha l’obiettivo della trasformazione del carbone in combustibile liquido o gassoso pulito con la contemporanea separazione della CO2 e il suo deposito negli strati profondi della stessa miniera.