Trova le risposte!
Petrolio, carbone, gas naturale. Tutte queste fonti hanno lunghi periodi di rigenerazione molto superiori ai tassi di consumo che ne condizioneranno l’uso attuale e futuro.

Altri articoli della stanza Energie Convenzionali

Creato da Giuseppe Mureddu « clicca sul nome per leggere il curriculum dell'autore

Le principali convenzioni internazionali - Giuseppe Mureddu -

Le convenzioni internazionali hanno modificato nell'ultimo trentennio il quadro normativo della la sicurezza nel trasporto petroliero, influenzandone tutti gli aspetti: dalla progettazione dei tankers, alla dotazione di standard di sicurezza, alle regole di navigazione, all'imposizione di obblighi e controlli, ai comportamenti in situazioni di emergenza, alla definizione della responsabilità e dei meccanismi di indennizzo in caso di incidenti.

Che risultati positivi ci siano stati non può tuttavia autorizzare a sentirsi paghi per come sono stati modificati il grado di sicurezza nel trasporto petroliero e la dimensione dell'impatto ambientale dei versamenti, e non impedisce di individuare ombre, limiti e lentezze di una regolamentazione internazionale che pure si è posta obiettivi ambiziosi.

Nel corso del paragrafo, prima di darne una valutazione d'insieme, sono brevemente descritte le principali convenzioni che affrontano specificamente l'argomento, insieme ad altre più generali ma di grande rilevanza su determinati aspetti della sicurezza del traffico petroliero.

La Tabella che segue offre un quadro sinottico delle convenzioni considerate.

 

Convenzioni regionali

Meritano, infine, di essere ricordate alcune convenzioni adottate in ambito regionale.

La più rilevante per l'Italia è la Convenzione di Barcellona, adottata inizialmente nel 1976 e poi in una nuova versione nel 1985, che ha come obiettivo la protezione dell'ambiente marino e della regione costiera del Medierraneo.

Le altre convenzioni regionali sono qelle di Kuwait, di Abidjan di Lima, di Jeddah, di Cartagena, di Nairobi, Noumea, di Bucarest, del North-East Pacific .

A queste convenzioni si affiancano tre "partner programmes", che interessano il Mar Baltico, il Mar del Nord e l'Atlantico nord-orientale.

Tratto dal Libro: "Traffico Petrolifero e Sostenibilità Ambientale".
Co-Autore Prof. Ugo Bilardo