Trova le risposte!
Le centrali nucleari. L'energia che scaturisce dal bombardamento dell'uranio con neutroni. Il processo di 'fissione/fusione nucleare'. Il problema della radioattivitą e delle scorie.

Altri articoli della stanza Centrali Nucleari

Creato da Roberto Renzetti « clicca sul nome per leggere il curriculum dell'autore

Le Centrali CANDU - Roberto Renzetti -

LE CENTRALI CANDU

Le Centrali CANDU sono l'abbreviazione per CANadian Deuterium Uranium.
Sono delle filiere di reattori nucleari che funzionano con l'uranio naturale ma utilizzano l’acqua pesante come moderatore e l’acqua pesante in pressione come refrigeratore.
Qui si genera vapore che va a far girare una turbina collegata con l’alternatore.
Una caratteristica importante di questi reattori è che il combustibile può essere via via sostituito mantenendo il reattore in funzione ( i reattori PWR – ad acqua a pressione – e BWR – ad acqua bollente – devono essere fermati in media almeno un mese l’anno per le operazioni di carico e scarico).
Se poi è vero che l’uranio naturale costa di meno dell’uranio arricchito è altrettanto vero che l’acqua pesante ha un costo molto elevato; e per ogni MW di potenza istallata occorre una tonnellata di acqua pesante.
Altri svantaggi di questi reattori sono: il maggiore INQUINAMENTO termico dovuto alla maggiore quantità d’acqua di cui necessitano al condensatore; il loro più basso rendimento rispetto alle centrali ad acqua leggera (LWR); i problemi di sicurezza che pongono data la loro limitata diffusione  che ha impedito di conoscerli e studiarli meglio; la maggior diffusione di plutonio (circa il doppio) nelle scorie rispetto a centrali LWR.    
Dal punto di vista poi degli investimenti complessivi richiesti per il CANDU (complessivi del ritrattamento del combustibile) essi risultano superiori di circa il 20% lungo tutto il loro periodo di funzionamento, rispetto ad un LWR.