Trova le risposte!
Le centrali nucleari. L'energia che scaturisce dal bombardamento dell'uranio con neutroni. Il processo di 'fissione/fusione nucleare'. Il problema della radioattivitą e delle scorie.

Altri articoli della stanza Centrali Nucleari

Creato da Roberto Renzetti « clicca sul nome per leggere il curriculum dell'autore

Centrali ad Acqua Bollente (BWR)


In questo tipo di centrale detto ad acqua bollente (Boiling Water Reactor), l’acqua è a diretto contatto con il combustibile – sorgente di calore – (che è URANIO opportunamente arricchito), va in ebollizione producendo il vapore che, direttamente, è mandato a far girare la turbina.
Il vapore poi viene fatto condensare all’uscita della turbina mediante scambio di calore con acqua prelevata da grandi serbatoi  naturali (fiumi, laghi, mari).
La quantità di calore da estrarre al vapore nel condensatore è molto più grande di quella che si aveva in una centrale termoelettrica (vista la maggiore portata di vapore alla turbina  di impianti nucleari) è pertanto indispensabile una grossa quantità  d’acqua di refrigerazione.
All’uscita del condensatore si ha di nuovo acqua che, mediante una pompa, viene rinviata di nuovo all’interno  del nocciolo.
Si osservi che quest’acqua esplica anche un’importante ruolo nella reazione nucleare: quello di “moderatore”.
Le “barre di controllo” servono per regolare la potenza dell’impianto ed, in casi di necessità , per spegnere il reattore medesimo.
Queste centrali, utilizzano l’uranio arricchito per mantenere la reazione mentre, come moderatore, si servono dell’acqua naturale.
L’uranio arricchito che si trova nel nocciolo, deve periodicamente essere sostituito per effettuare le operazioni dette di ritrattamento.
Sono quindi necessarie, vicino elle centrali, delle ampie piscine di stokkaggio del materiale estratto dal reattore (si usano delle piscine a causa dell’elevata temperatura  a cui si trova l’uranio estratto appunto per farlo raffreddare prima di procedere  al vero e proprio ritrattamento).
Si tenga conto poi che questo materiale è fortemente radioattivo ed in particolare contiene una elevata percentuale di plutonio.
Il ritrattamento infine produce notevoli quantità di scorie  (materiale radioattivo) non ulteriormente riutilizzabili dal reattore .
Il problema dell’eliminazione definitiva di queste scorie non è ancora stato risolto  in nessuna parte del mondo.

 

Centrali BWR