Trova le risposte!
Un viaggio esclusivo all'interno dell'energia, concepito e realizzato attraverso nuovi strumenti e linguaggi dove si stimola l'interesse e la creatività dei visitatori.
Ti trovi in: Museo Energia > Profilo Utente
Profilo di Cantone
  Nome: Cantone  -  Interventi: 5 - Ultima connessione: 10-09-2010 [15:44:12]

Curriculum di Marie Claire Cantone

Marie Claire Cantone si è laureata in Fisica a Milano nel 1978, specializzata in Fisica Sanitaria nel 1985, iscritta all’elenco nazionale degli Esperti Qualificati in Protezione dalle Radiazioni Ionizzanti di 2° e 3° grado rispettivamente nel 1982 e nel 1988.

E’ Professore Associato dell’Università degli Studi di Milano, Facoltà di Medica e Chirurgia, Dipartimento di Fisica, per il settore disciplinare Fisica Applicata (a beni culturali, ambientali, biologia e medicina).

E’ Direttore della Scuola di Specializzazione in Fisica Sanitaria/Medica dell’Università degli Studi di Milano dal 2006, ed è associata alle attività di ricerca INFN per la Sezione di Milano.

E’ vice-presidente di AIRP (Associazione Italiana di Radioprotezione) dal 2010, delegato Italiano per IRPA (International Radiation Protection Association) dal 2004, membro associato di Eurados (the European Radiation Dosimetry Group), membro di Society of Radiological Protection SRP, UK.

E’ membro del Comitato Internazionale AIRP con AIFM, AIRM, dal 2006 e responsabile del Bollettino AIRP dal 2008 con iscrizione all’elenco speciale dei giornalisti.

Presso l’Università degli Studi di Milano svolge la sua attività didattica:
a) Fisica Medica al Corso di Laurea in Medicina e a Corsi di Laurea Triennale della Facoltà di Medicina;
b) Dosimetria Interna al Corso di Laurea Magistrale in Fisica;
c) Modelli Biocinetici e Dosimetrici alla Scuola di Specializzazione in Fisica Sanitaria;
d) Radioprotezione alla stessa Scuola,
e) Radioprotezione e Dosimetria alla Scuola di Specializzazione in Medicina Nucleare.

Fa parte di comitati scientifici o di programma di congressi e convegni nazionali e internazionali, ad esempio nel periodo 2008 - 2009 è membro di:
-Comitato Scientifico delle Giornate di Studio “Il rischio da contaminazione radioattiva: i casi radon e uranio impoverito” organizzato da AIRM e AIRP aprile 2008
-Comitato Scientifico del Convegno Nazionale di Radioprotezione “Cinquantenario AIRP, storia e prospettive della Radioprotezione”, giugno 2008.
-Comitato di Programma della Giornata di Studio “Le Raccomandazioni 103 dell’ICRP: esame e applicazione” organizzata da AIRP, AIFM, AIRM, giugno 2008.
-Co-Chairperson del First MADEIRA training course “Radiation Physics fro Nuclear Medicine”, November 2008
-Segretario Scientifico della Giornata di Studio “Le basi per una discussione pubblica su radiazioni e nucleare: aspetti della formazione e dell’informazione” organizzata da AIRP, novembre 2008
-Local Organizing Committee, 12th Inter. Conf. on Nuclear Reaction Mechanisms, June 09;
-Scientific Committee, Third Malmö Conf. on Medical Imaging Optimisation in x-ray and molecular imaging, June 09;
-Chair Committee, Criteria and Approaches for Radioactive Waste Management and Nuclear Decommissioning - An International Summer School, July 09;
-Comitato Organizzatore Giornata “Nucleare, parliamone” organizzata da Università di Milano, Sala Pio XII, Milano, 10 ottobre 2009.
-Comitato di Programma della Giornata di Studio: L’ottimizzazione nell’impiego delle radiazioni ionizzanti in Medicina: ruolo dello specialista in Fisica Medica, organizzata dalla Scuola di Specializzazione in Fisica Medica dell’Università degli Studi di Milano, Novembre 2009.

L’attività di ricerca, a preminente carattere sperimentale, si è rivolta alle problematiche connesse con:
•lo sviluppo di tecniche di analisi di tipo nucleare, charged particle activation analysis CPAA, per la determinazione quantitativa di elementi in traccia;
•lo studio della biocinetica di elementi di interesse radioprotezionistico,
•la valutazione di dose a seguito di incorporazione accidentale di radionuclidi,
•l’utilizzo di radiocomposti ai fini diagnostici e di terapia radiometabolica,
•lo studio delle proprietà termoluminescenti di materiali naturali e artificiali sfruttabili in campo dosimetrico
•l’analisi prospettica nella valutazione del rischio di incidenti nelle nuove tecnologie in radioterapia

Ha svolto attività di ricerca sperimentale, oltre che presso il Dipartimento di Fisica di Milano, anche presso:
▪Joint Research Centre, JRC di Ispra;
▪Laboratorio Energia Nucleare Applicata, LENA di Pavia;
▪Laboratori Nazionali di Legnaro, LNL di Legnaro;
▪Paul Scherrer Institut, PSI di Villigen (CH).

In relazione all’attività di ricerca svolta, è stata Responsabile Scientifico Italiano in contratti europei, nell’ambito della Sicurezza nella Fissione Nucleare, per il terzo, il quarto e il quinto programma quadro, dal 1993 al 2004, e per il settimo programma quadro, dal 2008 al 2010, con il progetto MADEIRA (Minimizing activity and dose with enhanced image quality by radiopharmaceutical administration).

E’ stata responsabile scientifico di un progetto di ricerca e di un contratto con il CNR e responsabile nazionale di alcuni esperimenti INFN, ad esempio per il triennio 2005-07 del progetto DIREMO (Dosimetry of Incorporated Radionuclides: Experimental and MOdelling techniques), per il biennio 2008-09 del progetto DOLMEEN (DOsimetry by Luminescence for MEdical and ENvironmental applications)

E’ entrata a far parte di gruppi di lavoro europei quali:
▪-WG7 Eurados - Internal Dosimetry CONRAD a coordinated network for radiation dosimetry 2005-07;
▪-WG Impact and Applications on Nuclear Science, Nuclear Physics European Collaboration Committee NuPECC, che ha prodotto nel 2002 il report Nuclear Science in Europe: Impact Applications Interactions-Life Science.

E’ Foreign Collaborator for the International Science and Technology Centre (ISTC, Moscow) project G-1294, “ Investigation of Pollution by Radionuclides, Toxic Elements and Creation of the Radiation and Hydrochemical Monitoring System of the R. Kura Basin in Georgia" 2006-09, Tblisi, Georgia.

Di recente, in vista dei nuovi sviluppi internazionali, il suo interesse si è indirizzato anche a considerare gli aspetti etici, sociali e della comunicazione in Radioprotezione.
Su questo tema ha partecipato a gruppi di lavoro internazionali quali:
▪-EUG group del progetto europeo ERICA “Environmental Risk from Ionising Contaminants and Management” (2005-07);
▪Core group per la stesura di IRPA Guiding Principles for RP Professionals on Stakeholder Engagement (2005-08); e ha contribuito al volume Ethics and Radiological Protection, edito Academia Bruylant 2007 ed è coautore di The role played by stakeholders in the public debate that brought Italy out of the club of nuclear energy producers, Health Physics, 2007.

Sempre su questo tema ha tenuto relazioni, lectures e seminari in congressi e convegni:
‘L’etica nella radioprotezione’ Giornata di studio ‘Il passato e presente della Radioprotezione nella UE’ di AIRP-ISS, Roma, gennaio 2004.
‘L’etica nella valutazione del rischio radiologico’ relazione nella sessione inaugurale, Convegno Nazionale di Radioprotezione Sanità e Ambiente, Verona, settembre 2004.
‘Fonti d’incertezza nella stima di dose interna’ Convegno Nazionale di Radioprotezione Sanità e Ambiente, Verona, settembre 2004.
‘Affidabilità e realismo di dati e modelli biocinetici’ Workshop su Dosimetria interna: aspetti della ricerca, INFN, ISS, ENEA, Università di Milano, Milano, ottobre 2004.
‘Questioni etiche in Radioprotezione’ seminario ‘Integrazione di aspetti etici e sociali nella Radioprotezione’ Università di Milano e INFN, Milano, febbraio 2005.
‘L’impronta etica nella Radioprotezione dell’Ambiente’ Le Giornate di Studio INPRAT ‘Citta come ecosistema, la relazione Rischi-Benefici nello Sviluppo Tecnologico’, Salerno, maggio 2005.
‘Ethics and the Principlres of Radiological Portection’. Conference on "Ethics and Radiological Protection, Justification, liability and Intergenerational Justice” by SCK CEN (Centre d’Etude de l’Energie Nucleaire, Belgium) and UCL (Universitè Catholique de Louvain, Belgium). Louvain.la-Neuve, May 2005.rnrn‘La ricerca Europea si riflette nelle più recenti pubblicazioni ICRP’. Convegno Naz. di Radioprotezione: La ricerca in Radioprotezione, Catania, settembre 2005
‘La Radioprotezione, orientata ad un maggior coinvolgimento del pubblico, investe in comunicazione’. Convegno Comunicare Fisica e altre Scienze, Frascati, ottobre 2005
‘Sviluppo della radioprotezione dell’ambiente in ambito IAEA, ICRP, IUR’ Giornata di Studio AIRP: Evoluzione della Radioprotezione dell’Ambiente dalle Radiazioni Ionizzanti, Milano, febbraio 2006
‘La radioprotezione prima e dopo Chernobyl’ Sessione tematica: ‘Chernobyl vent’anni dopo’ di SISSA, Laboratorio Interdisciplinare per le Scienze naturali e umanistiche, Master in Comunicazione della Scienza, Trieste marzo 2006.
‘The Italian debate on nuclear energy in the post-Chernobyl age’. 2nd Eu. Congr. Int Radiation Protection Assoc IRPA, Paris, France May 2006.
‘L’ottimizzazione in Radioprotezione: un processo di ampio profilo che riflette il crescente ruolo della cultura di sicurezza’ Giornata di Studio e Formazione INPRAT ‘La relazione rischi benefici: impiego delle tecnologie ed ottimizzazione’, Roma, novembre 2006.
‘Un percorso di coinvolgimento delle parti sociali in materia di rischio radiologico’ Giornata di Studio AIRP: Gli Aspetti Sociali nella Radioprotezione, Milano, novembre 2006.
‘La Radioprotezione verso nuove Raccomandazioni e Direttive’ Convegno ‘La Fisica Medica in Lombardia: 30 anni di esperienza nell’ambito della Scuola di Specializzazione in Fisica Sanitaria’, Milano, maggio 2006.
‘Etica e Radioprotezione: il codice IRPA’ XX Congresso Nazionale AIRM-Associazione Italiana di Radioprotezione Medica, Alghero, giugno 2007.
‘La Cultura di Sicurezza in Radioprotezione passa anche attraverso la comunicazione e il coinvolgimento delle parti interessate” Giornata di Studio e Formazione INPRAT ‘La relazione rischi benefici nello sviluppo tecnologico: prevenzione ed innovazione come investimento per la salute e la sicurezza” Roma, giugno 2007.rn rn‘Esperienze europee per una gestione democratica dei rifiuti radioattivi’ Giornata AIRP “Scorie di casa nostra: la gestione dei rifiuti radioattivi in Italia” Roma, dicembre 2007
‘Riflessioni sulla percezione dell’uranio impoverito’ Giornate di studio AIRP, AIRM “Il rischio da contaminazione radioattiva: i casi radon e uranio impoverito” Paestum, aprile 2008.
‘Un primo passo verso una maggiore trasparenza nella protezione dell’ambiente: il concetto di animali e piante di riferimento’ Convegno Nazionale di Radioprotezione “Cinquantenario AIRP, storia e prospettive della Radioprotezione” Pisa giugno 2008.
‘Analisi degli aspetti etici e sociali nelle Raccomandazioni ICRP’ Giornata di studio AIRP, AIRM, AIFM “Le Raccomandazioni 103 dell’ICRP: esame e applicazione” Milano, giugno 2008.
‘Integration of Social Aspects in Radiation Protection. The AIRP Working Group on Communication’. XII Int. Congr. Int. Radiation Protection Assoc. IRPA-12, Buenos Aires, Argentina, October 2008.
‘Ethical aspects and stakeholder engagement in RWM’ Summer School - Criteria and Approaches for Radioactive Waste Management and Nuclear Decommissiong, July 2009 Milano and Ispra.
Relazione introduttiva, Giornata “Nucleare, parliamone” organizzata da Università di Milano, Sala PioXII, Milano, ottobre 2009.
‘Comunicazione mediatica e coinvolgimento pubblico nel nucleare in Italia’ XXIV Congresso Nazionale di Radioprotezione, Frascati, ottobre 2009
‘Innovazione tecnologica e valutazione del rischio: percorsi etici e normativi’ Giornata di Studio INPRAT – Innovazione Tecnologica e Relazione Rischio-Beneficio, Roma, dicembre 2009
‘Il problema della stima del rischio nella diagnostica per immagine’ Scuola Superiore di Fisica in Medicina ‘Piero Caldirola’, Corso di Dosimetria in Radiodiagnostica, Gazzada, maggio 2010
‘La cultura della radioprotezione’ Giornata di studio AIRP, AIRM “Il risveglio del nucleare. L’importanza della radioprotezione”, Roma, giugno 2010.
‘Ethical and social aspect in RWM’ Summer School - Criteria and Approaches for Radioactive Waste Management and Nuclear Decommissiong, July 2010 Milano and Ispra.
In ambito AIRP, dal 2006 è coordinatore del Gruppo di Lavoro “La Comunicazione in Radioprotezione” (www.airpcomunica.it), che ha come obiettivi:
-Favorire il dialogo fra esperti in RP, esperti in altre discipline, autorità, decisori e pubblico su temi socialmente sensibili nell’ambito delle radiazioni ionizzanti e non ionizzanti.
-Promuovere la riflessione sui rapporti fra Radioprotezione e Società.
-Contribuire allo sviluppo e divulgazione della cultura del coinvolgimento delle parti interessate nei processi decisionali all’interno della comunità di RP.

A seguito dell’attività di ricerca, condotta nell’ambito di collaborazioni nazionali e internazionali è autore di pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali, di lavori presentati a convegni internazionali e nazionali e di contributi su riviste nazionali e report, con oltre 150 pubblicazioni in extenso e altrettanti abstract. Inoltre ha curato, per la parte di Fisica, la stesura di una serie di volumi per la didattica, ha contribuito, nell’ambito del Comitato Internazionale AIRP alla traduzione delle pubblicazioni ICRP 103 e ICRP 105 ed è co-editor del volume “Radiation Physics for Nuclear Medicine” pubblicato da Springer.

 
» Indietro