Trova le risposte!
Forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano in tempi brevi come il sole, il vento, l’acqua, le biomasse, la geotermia e tutte le fonti assimilabili.

Altre stanze in Acqua

Altri articoli della stanza Acqua

Creato da Roberto Renzetti « clicca sul nome per leggere il curriculum dell'autore

L’Energia dell’Acqua - Roberto Renzetti -

Si tratta dell’energia meccanica dell’acqua che si produce come conseguenza di quell’imponente e fondamentale fenomeno naturale, regolato dal Sole, che è il ciclo delle acque.
Il calore solare produce l’evaporazione delle acque del mare, dei laghi e dei fiumi.
Il vapor d’acqua così prodotto entra a fare parte della composizione dell’atmosfera (la percentuale di vapor d’acqua presente in una data zona di atmosfera determina la sua umidità; quest’ultima varia da luogo a luogo e per un dato luogo, varia di tempo in tempo).
Abbiamo già visto che la temperatura dell’atmosfera (di quella parte almeno più vicina alla terra) decresce con l’altezza.
Ebbene il vapor d’acqua associato alle masse d’aria calde in ascesa (vedi quanto detto all’inizio del paragrafo precedente), arrivato ad una certa quota, condensa in goccioline microscopiche (che possono diventare piccoli cristalli di ghiaccio) a causa dell’abbassamento di temperatura cui è sottoposto.
L’insieme di queste goccioline costituisce le nubi.
Sotto varie condizioni chimico-fisiche, tra cui la presenza nella nube di nuclei di condensazione (di piccole particelle solide, cioè, che facciano da centro di condensazione per le micro goccioline in modo da originare una goccia così grande che abbia la “forza” di cadere sotto l’azione della gravità), si origina la pioggia che riporta in basso l’acqua che prima era stata trasportata in alto sotto forma di vapor d’acqua.
L’acqua che ricade sulla Terra: o ritorna in mare (o in laghi) da dove riinizia il ciclo; o ricade sulla massa terrestre dove, dopo essere stata assorbita dal suolo, va ad alimentare sorgenti, che poi formano fiumi e laghi.
A questo punto bisogna sottolineare un aspetto di estrema importanza: i processi di evaporazione e di successiva caduta della pioggia, unitamente all’arricchimento dell’acqua così ottenuta di Sali minerali durante la filtrazione in vari strati di terra e roccia, fornisce l’acqua indispensabile alla vita dell’uomo, degli animali delle piante.
Ma, tornando a quanto tralasciato, è evidente, che elevare una massa d’acqua del suolo equivale a fornire ad essa energia POTENZIALE che poi si trasforma in energia cinetica nella caduta della pioggia.
Questa energia non è però utilizzabile perché diluita su aree enormi.
Ma la pioggia va a raccogliersi anche in sorgenti ed in bacini montani da dove, sotto l’azione della forza di gravità, tende ad andare al livello di energia minima, quello corrispondente al livello del mare.
C’è quindi da dover considerare la differenza di quota tra dove l’acqua (in quantità) si trova ed il livello del mare ed osservare che, almeno teoricamente, il prodotto della massa M dell’acqua disponibile, per la quota h a cui si trova, per l’accelerazione di gravità g, fornisce l’energia POTENZIALE Ep = Mgh (M moltiplicato g moltiplicato h) della nostra massa d’acqua.
È lo sfruttamento di questa energia POTENZIALE che fornisce (ed ha fornito) all’uomo enormi quantità di energia: prima meccanica e poi elettrica .