Trova le risposte!
Un viaggio esclusivo all'interno dell'energia, concepito e realizzato attraverso nuovi strumenti e linguaggi dove si stimola l'interesse e la creatività dei visitatori.
Ti trovi in: Museo Energia > Profilo Utente
Profilo di Caligiore
  Nome: Caligiore  -  Interventi: 1 - Ultima connessione: 23-04-2013 [00:06:10]

Curriculum di Aurelio Caligiore

 

Corso di studi
Dal settembre 1970 al luglio 1975, Istituto Tecnico Nautico Statale “Gaetano Arezzo della Targia” Sez. Capitani
Dopo un periodo di tre anni maturato a bordo di navi mercantili italiane (chimichiere, gassiere e petroliere) acquisizione del titolo professionale marittimo di Aspirante Capitano di lungo Corso, abilitante al comando di navi mercantili fino a 5.000 tonnellate di stazza lorda.
Dal gennaio 1982 a luglio 1983, assolto il servizio militare di leva in qualità di Guardia Marina di complemento nel Corpo di Stato Maggiore – Capo Servizio “Coordinamento e Marinaresco” su unità navali della Marina Militare, con 15 mesi di navigazione effettiva.
Diploma di laurea in Scienze Biologiche, conseguito presso l’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma nel luglio 1987 con la votazione finale di 99/110.

Nel giugno 1988, quale vincitore di concorso nella Marina Militare - Sottotenente di Vascello, ruolo normale, del Corpo delle Capitanerie di Porto – segue il prescritto corso, dal settembre 1988 a giugno 1989, presso l’Accademia Navale di Livorno.
Nell’anno accademico 1990/1991, corso di abilitazione al comando di unità navali del Corpo delle Capitanerie di Porto presso l’Accademia Navale di Livorno e conseguente acquisizione del brevetto di Comandante.
Dal maggio 1995 al luglio 1995, corso di specializzazione per “Comandanti di Porto” presso l’accademia Navale di Livorno.
Nell’anno accademico 1998, corso di abilitazione per Ufficiali Ispettori della Sicurezza della Navigazione (Port State Control) presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto
Nell’anno accademico 1999/2000, corso di specializzazione in “Bioetica” presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Nell’anno accademico 2000/2001, corso di specializzazione in “Sicurezza e prevenzione dei rischi nei luoghi di lavoro” presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.
Nell’anno accademico 2001/2002, corso di specializzazione in “Antinquinamento e prevenzione ambientale” presso l’università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Esperienze professionali di maggior rilievo
Dal settembre 1988 fino ad oggi, Ufficiale della Marina Militare, Corpo delle Capitanerie di Porto.
Da novembre 1989 al dicembre 1991, Capo Sezione mezzi nautici della Capitaneria di porto di Olbia.
Da dicembre 1992 a marzo 1993, Comandante di unità navale inviata in missione umanitaria internazionale in Albania.
Da maggio 1993 a giugno 1995, Ufficiale tecnico e Capo sezione mezzi nautici della Capitaneria di porto di Siracusa
Dal luglio 1995 al settembre 1997, Capo dell’Ufficio Circondariale Marittimo e Comandante del Porto di Licata.
Dal settembre 1997 al settembre 1999, Ufficiale tecnico, Capo Sezione Sicurezza della Navigazione e Capo Sezione Mezzi Nautici della capitaneria di porto di Porto Empedocle.
Dall’ottobre 1999 al novembre 2002, Ufficiale Superiore addetto all’Unità Organizzativa delle Capitanerie di Porto presso il Gabinetto del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio.
Dal novembre 2002 a dicembre 2003, nominato Capo Ufficio 2° - antinquinamento marino – del RAM (Reparto Ambientale Marino delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, già Unita Organizzativa  delle Capitanerie di Porto).
Dal dicembre 2003 al 15 novembre 2005, assume incarico di “Esperto Nazionale Distaccato” presso la Commissione Europea, Direzione Generale Ambiente – Unità “Protezione Civile e Antinquinamento Marino”- incaricato di seguire le vigenti convenzioni internazionali, in ambito comunitario, sulla lotta agli inquinamenti marini causati da navi (Convenzione di Barcellona, Accordo di Bonn, Convenzione di Helsinki) e sui sistemi di telerilevamento aereo e satellitare della superfice del mare.
Dal 16 novembre 2005 al 29 settembre 2008, Capo del Compartimento Marittimo e Comandante del porto di Pesaro.
Dal 30 settembre 2008 al 10 maggio 2009, Capo Sezione Inchieste Formali (sinistri marittimi ed infortuni) presso la Direzione Marittima di Livorno.
Dal 11 maggio 2009 al 22 agosto 2009, insegnante al Dipartimento Studi del Corpo delle Capitanerie di Porto presso l’Accademia Navale di Livorno e designato Capo Dipartimento: incarico assunto in data 23 agosto 2009 al 10 settembre 2011.
Dal 11 settembre 2011, assume l’incarico di Capo Ufficio 1 (Aree Marine Protette) del Reparto Ambientale Marino delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.
Dal 28 agosto 2012 ad oggi, riveste l’incarico di Capo del Reparto Ambientale Marino delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera, presso il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.
 

 


Attività di rilievo svolte per conto del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio
Partecipa in qualità di rappresentante della Capitaneria di Porto di Porto Empedocle alla commissione tecnica istituita dal Servizio difesa mare e incaricata di valutare, sotto il profilo ambientale, le modalità tecniche di rimozione della motonave “Irini” e del carico.
Partecipa quale esperto nazionale nominato alla Commissione Europea, alla commissione tecnica istituita dal Ministero dell’Ambiente dopo il naufragio della notocisterna “Ievoli Sun”, affondata con tutto il carico altamente inquinante nel dicembre 2001 al largo delle coste settentrionali francesi. 
Membro permanente del “Foro” IMO (Internatinal Maritime Organisation), istituito con decreto direttoriale del Servizio Difesa Mare 1 settembre 2000, col compito di seguire le problematiche correlate al  MEPC (Marine Environment  Protection Committee).
Membro della Commissione tecnico-scientifica incaricata della revisione per il riconoscimento di idoneità di prodotti chimici (disperdenti ed assorbenti da impiegare in mare per la bonifica dalla contaminazione da idrocarburi petroliferi) – Decreto 23 dicembre 2002 -.
Presidente della Commissione tecnico-scientifica incaricata di verificare i lavori inerenti la convenzione relativa al censimento delle grotte marine stipulata tra il Ministero dell’Ambiente e il CLEM.
Membro della Commissione tecnico-scientifica incaricata di valutare i progetti di mappatura delle praterie di Posidonia oceanica presenti sul litorale campano-calabro.
Partecipa in rappresentanza del Focal Point nazionale presso la Commissione Europea ai lavori per la realizzazione del primo manuale di pronto impiego per la risposta in caso di inquinamento del mare e delle coste da sostanze chimiche pericolose adottate in ambito Unione Europea.
Partecipa, in rappresentanza del Ministero dell’Ambiente, alle attività internazionali organizzate dalla Commissione Europea dopo l’affondamento della motocisterna “Prestige” , avvenuto al largo delle coste nord-occidentali della Spagna nel novembre 2002.
Membro della Commissione Consultiva per il naufragio della M/N “Costa Concordia” (2012).
Membro della Commissione Bicamerale sullo smaltimento illecito dei rifiuti (2012).

 


Corsi internazionali di maggior rilievo
REMPEC Malta (Regional Marine Pollution Emergency Response Centre for the Mediterranean Sea) – Regional Seminar for Government Administration and Senior Managers Course, 2000.
World Maritime University – Malmoe (Sweden) – Response Oil pollution at Sea and on the Coast”, 2001.
International Conference: “Towards safer and cleaner seas”, Brest (France), 2001
CEDRE (Centre de Documentation de Recherche et d’Experimentations ser les Pollutions Accidental des Eaux): “Response at sea and on the chorline to accidental oil pollution”, 2001.
ENSACO (Environmental and Safety Counsultancy), Texel (NL) : « Evaluate an European standard training program for pollution response at sea and on the coast »,2002.
BLG- Consult, Bremen (Germany): “Treatment of pollution waste”, 2002.

Estratto delle pubblicazioni
”omissis”……………………………………………………………………

Promozioni e riconoscimenti militari
Aprile 1982, promosso Aspirante Guardia Marina (cpl) del Corpo di Stato Maggiore;
Luglio 1982, promosso Guardia Marina (cpl) del Corpo di Stato Maggiore;
Agosto 1988, promosso al grado di Sottotenente di Vascello del Corpo delle Capitanerie di Porto;
Febbraio 1992, promosso al grado di Tenente di Vascello del Corpo delle Capitanerie di Porto;
Dicembre 1997, promosso al grado di Capitano di Capitano di Corvetta del Corpo delle Capitanerie di Porto;
Dicembre 2001, promosso al grado di Capitano di Fregata del Corpo delle Capitanerie di porto.
Luglio 2009, promosso al grado di Capitano di Vascello del Corpo delle Capitanerie di Porto.
Cavaliere dell’0rdine al “ Merito della Repubblica Italiana”
Medaglia NATO per le operazioni “Yugoslavia Former “
Medaglia nazionale per le operazioni umanitarie in Albania
Medaglia nazionale per operazioni di pace
Medaglia di Forza Armata per lungo servizio (25 anni)
Medaglia Ueo per le operazioni nella ex Yugoslavia
Medaglia al Merito della Protezione Civile di 3^ classe
Nastrino al merito per il personale della Marina Militare che ha prestato
servizio presso gli Organi centrali
Medaglia di Benemerenza Ambientale di 2^ Classe (argento)
Encomio tributato dal Sig. Ministro dell’Ambiente per le operazioni correlate al naufragio della moto cisterna “Ievoli Sun” (dicembre 2001)
Encomio Solenne tributato dal Sig. Ministro dell’ambiente e della Tutela del territorio e del Mare per i fatti dell’”Eurocargo Venezia” e “Costa Concordia” nel febbraio 2013.

 
» Indietro